Gonnesa

Poliambulatorio Sanluri, percorso salute

Dodici stazioni con attrezzi, indicazioni sugli esercizi da eseguire per fare movimento e tenersi in forma. Un itinerario del benessere a disposizione di pazienti del Poliambulatorio e cittadini che rinsalda il legame tra salute e sport e favorisce la socializzazione all'interno della comunità locale. E' il percorso salute realizzato nell'area verde del Poliambulatorio di Sanluri (lato guardia medica), donato dal Rotary Club Sanluri Medio Campidano alla Assl. Il percorso è stato inaugurato oggi con la consegna ufficiale da parte di Luciano Manunta, presidente Rotary Club Sanluri Medio Campidano, al direttore della Ats Assl di Sanluri Antonio Onnis. Al taglio del nastro hanno preso parte i rappresentanti dell'Azienda socio sanitaria locale, i membri del Rotary Club Sanluri Medio Campidano, i rappresentanti delle istituzioni locali e molti atleti di alcune società sportive locali. L'area all'interno del Poliambulatorio è stata individuata per essere fruibile da tutti con gli opportuni attrezzi, spazio d'accesso e segnaletica. Un workout a tappe, un circuito disegnato nel verde, che prevede una serie di esercizi, da eseguire a corpo libero oppure con l'ausilio di attrezzature specifiche (sbarre, pali, panche, scalini, cavalline) collocate lungo il percorso. Ogni postazione è caratterizzata dalla presenza di un cartello che spiega dettagliatamente come eseguire correttamente l'esercizio. "Noi fino all'anno scorso come servizio abbiamo organizzato un progetto di sport-terapia", afferma Marco Scorcu, responsabile della Medicina dello sport della Ats Assl di Sanluri, "selezionando pazienti con varie patologie e abbiamo fatto fare loro dell'attività fisica prescritta con un laureato in scienze motorie. Siamo grati al Rotary Sanluri che si è offerto di finanziare il progetto per poter proseguire con questa iniziativa. Le attività saranno a disposizione di tutta la popolazione di Sanluri favorendo una integrazione tra popolazione con patologie e sana e ci permetterà di continuare con le attività che rientrano nel Piano regionale della prevenzione".(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie